copyright

© copyright 2015

2 dic 2017

Una notte solo mia

Una notte solo mia
Mentre sfuma il colore del cielo,
il tramonto cede il passo alla sera,
cala lento il sorriso del sole,
ed il giorno si abbandona alla notte.


Cambia il profilo del mondo,
tutto sembra adagiarsi,
riposarsi...
nascondersi.


Si nascondono gli angoli,
i vicoli,
il mondo pare addormentarsi,
ma in realtà si sta solo svegliando.
Si è coricato ormai il cielo,
ha spento la luce 
in questa notte solo mia.


Si è già fatta mezzanotte
nei respiri delle case di chi dorme,
sogna o fa l'amore,
o di chi è sveglio come me.
Il tempo passa lento,
nei minuti,nelle ore,
nei silenzi.


Un bicchiere mezzo pieno
resta l'unico compagno,
mentre in strada solo un cane
si fa largo in mezzo al buio.


...Si sta soli.


Notti come queste, 
disegnano negli occhi
emozioni e sensazioni 
come fossero irreali.
La mente si abbandona 
a ciò che il cielo le regala,
luna splendente,
stelle brillanti,
mentre tutti dormono,
sognano... 
...stringendosi il cuscino contro il viso,
io... rimango sveglio,
e mi godo il mio sorriso,
mi godo questo viaggio,
mi godo questa notte...
...una notte solo mia.


Marciapiedi sgombri,
strade vuote,
un giradischi rotto mi sembra la città.
Lampioni e insegne spente,
io che passeggio lentamente,
questo silenzio è poesia.


Tutto è fermo,
niente si muove,
nemmeno il tempo.
Tutto è pace e tranquillità.
Serenità.
Or che tutto tace,
quest'attimo diventa solo mio.


Anime viandanti passeggiano in mezzo al mare,
danzando allegre 
tra le pieghe di un lenzuolo.
Notte non ti addormentare 
prima che questo sogno finisca.

La mente vola tra le stelle.


Le stelle di chi ognuno ne ha una,
le stelle di chi le scruta e le svela,
le stelle dedicate a chi non c'è più,
le stelle lassù,
le stelle quaggiù,
le stelle di chi le racconta e ci spera,
di chi aspetta che caschi la fortuna.


Le stelle di chi fonde pensieri e parole,
di chi gioca col vento che passa tra gli alberi,
di chi racconta... usando parabole,
di chi le guarda... e intanto inventa,
dal profumo del buio...nasce una storia che descrive il mare,
verso dopo verso,
raccogliendo frammenti di cielo e luna.

Notte in attesa di tornare a casa.
Notte di un poeta che racconta,
e intanto vola sulle orme di un sonno che non arriva.
Notte di notte...
mentre il cielo stringe a sé il suo cuscino,
mi guardo in viso,
rimango sveglio,e mi godo il mio sorriso,
mi godo questo viaggio,
mi godo questa notte... una notte solo mia

Questo testo è protetto contro il plagio.
Questo testo è depositato 
ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. 
Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.
una notte solo mia -© 2009-by arkomfreeflight-
is licensed under a Creative Commons Attribuzione – 
Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Unported License.

23 nov 2017

Un giorno nel mondo

Un giorno nel mondo
Un giorno,nel mondo,
saremo io,e te..null'altro.
Solo io e te.
Ci troveremo senza cercarci,
sarà questione di uno sguardo,
tacita intesa di muta complicità,
tutto esploderà in un istante.
Ci verremo incontro a metà strada,
tra le macerie delle nostre vite passate,
e il desiderio di un futuro senza più pianti,
saremo due sopravvissuti.
Parleremo del giorno e della notte,
del mare,e delle stagioni,
rideremo su tutto,e su niente,
e avremo tempo per stare in silenzio,
e fare l'amore.
Passeggeremo tanto,
poi..ad un certo punto,
ci fermeremo.
Guardandoci negli occhi
ci chiederemo..è tutto vero?
o è solo un sogno?


Questo testo è protetto contro il plagio.
Questo testo è depositato 
ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. 
Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

-Un giorno nel mondo-© 2017- by–arkom freeflight-
   is licensed under a Creative Commons Attribuzione –
Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Unported License

18 nov 2017

Che ne sarà di noi?

Che ne sarà di noi? 
Che ne sarà di noi? 
Ma chi ci pensa a noi?
disgraziati senza dio,
con le mani sempre sporche,
ed un bersaglio sulla fronte
disegnato con il sangue.
...Ma chi ci pensa a noi?
poveracci senza più sogni,
che non credono più in niente,
e se ne stanno in riva al mare
con le spalle infreddolite.
Lontani da tutto.
Traditi dal mondo,
calpestati e derubati,
masticati e poi sputati come fossimo rifiuti.
Ma che ne sanno gli altri?
dei nostri cuori fatti a pezzi,
dei nostri occhi spenti e stanchi,
che non hanno più la forza
per fare a botte con la vita.
Noi messi da parte.
Nascosti giù in cantina,
abbandonati,
etichettati come mostri...luridi e deformi,
che se il cielo non ci vede
sono tutti più tranquilli.
...Che ne sarà di noi?
di questo nostro girotondo,
se anche il cielo come niente
può crollare all'improvviso,
e noi lì senza riparo...
...ce ne andremo col sorriso


Questo testo è protetto contro il plagio.
Questo testo è depositato 
ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. 
Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

-Che ne sarà di noi-© 2017- by–arkom freeflight-
   is licensed under a Creative Commons Attribuzione –
Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Unported License